lunedì 18 maggio 2009

PRIORITARIA LA SALVAGUARDIA DELL'AMBIENTE

video


"La qualità ambientale del nostro territorio è ormai arrivata allo stato di criticità.
La mancanza di accortezza e di controlli nell’attività industriale, la gestione dissennata del territorio, il degrado urbanistico, il traffico veicolare hanno causato nel tempo gravi fenomeni di inquinamento dell’aria, dell’acqua e del sottosuolo e desta grave allarme il proliferare di patologie gravi legate al degrado ambientale, fenomeni che purtroppo oggi colpiscono moltissime famiglie anagnine.
Per questi motivi la Valle del Sacco, e dunque anche Anagni, è stata inserita dal Governo Italiano tra i venticinque siti più inquinati del Paese.
Nel corso del 2000 l’Amministrazione Comunale promosse un’accurata indagine ambientale coordinata da un’equipe universitaria di esperti, che evidenziò già allora dati allarmanti determinati dall’inquinamento e dal degrado ambientali. Successivamente, in seguito all’avvicendamento della Giunta Civica, non solo tale indagine non fu proseguita, ma non vennero posti in essere nemmeno quegli interventi di risanamento e recupero che da quello studio erano stati indicati. Nel frattempo la condizione del nostro territorio si è ulteriormente aggravata: nella primavera del 2005 si è assistito ad un fenomeno di moria di bestiame per avvelenamento da cianuro presente nei corsi d’acqua nella zona industriale della Città. Nel 2008, al termine di indagini effettuate a campione sui cittadini residenti nel bacino del Sacco, nel tratto compreso tra i Comuni di Colleferro e Ceccano, si evidenziava la presenza nel sangue di Beta – HCH, sostanza altamente tossica per la salute.
In questo contesto la nuova Amministrazione Comunale dovrà promuovere un’azione coordinata con altri comuni della Valle del Sacco, finalizzata al monitoraggio e alla pianificazione di interventi, al risanamento, al controllo e alla prevenzione e alla realizzazione di progetti di progetti, impianti e soluzioni innovativi ed ecocompatibili."

Dal programma del PD di anagni

Nessun commento:

Posta un commento